Al contadino non far sapere
2018

Al contadino non far sapere

“AL CONTADINO NON FAR SAPERE…”
La Festa del Formaggio Marchigiano, raddoppia le location e celebra un goloso connubio. Sabato 8 e domenica 9 settembre a Fiordipiano e Serrungarina (Colli al Metauro) al via la manifestazione che celebra due grandi tipicità del territorio: la Casciotta d’Urbino e la Pera Angelica

Colli al Metauro, 4 settembre 2018 - Sabato 8 e domenica 9 settembre, Serrungarina e Fiordipiano (Colli al Metauro), ospiteranno “Al contadino non far sapere…”, un’unica festa, in programma da mattino a sera, dedicata a due eccellenze del territorio: la Pera Angelica e la Casciotta d'Urbino.
Il formaggio più amato da Michelangelo Buonarroti, che festeggia nel 2018 ventidue anni dalla certificazione della DOP, sarà protagonista della manifestazione insieme al frutto simbolo di Serrungarina per dare lustro a un celebre abbinamento (un tempo riservato ai nobili), talmente buono da dar origine a un proverbio (“Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”) e all’appuntamento del fine settimana.
“Ci siamo domandati: perché non celebrare due eccellenze così gustose del nostro territorio in un unico momento d’intrattenimento, conoscenza, aggregazione?”. Dicono gli organizzatori che aggiungono: “La risposta è stata istantanea ed è nato l’appuntamento ‘Al contadino non far sapere’ durante il quale sarà possibile scoprire nuove ricette, conoscere metodi produttivi, le storie della nostra tradizione, divertirsi e partecipare ad appuntamenti formativi”.
La formula a cui poter partecipare per i visitatori che faranno tappa a Fiordipiano è quella collaudata della “Festa del Formaggio Marchigiano” che lo scorso anno, durante la seconda edizione, portò 1000 visitatori nella frazione dove il caseificio Valmetauro (in cui si produce la Casciotta d’Urbino), ha sede. Tra le novità dell’“edizione 0” de “Al contadino non far sapere” c’è il talk show omonimo in programma sabato 8 settembre, dalle 16 alle 17.30, nella sala comunale di Serrungarina (piazza Serafini, 1) in cui saranno approfondite caratteristiche nutrizionali, di gusto e gli abbinamenti gourmet a base di Pera Angelica e Casciotta d’Urbino.

Tutto nuovo – e da provare – anche l’appuntamento con l’aperitivo “Spritz & cheese… e pera” a cura di Bar.it (entrambi i giorni alle ore 11.30 e 18.30) e la “Cascio e Pepe” di mezzanotte durante la quale, per gli stomaci ancora insoddisfatti, sarà possibile saziarsi con la ricetta romana rivisitata in chiave marchigiana.


Confermati gli “storici” appuntamenti come la tradizionale “Esibizione del lancio del formaggio pecorino stagionato” (dalle 17 alle 19) a cura di UISP che farà divertire i presenti con il celebre gioco del “lancio della ruzzola”.

Non mancheranno neppure gli eventi formativi come: “A scuola di latte” (educazione alimentare per i bambini a cura della cooperativa Alimos) alle ore 10 di sabato, subito dopo l’appuntamento con la “Colazione marchigiana” a base di latte alta qualità Trevalli, caffè d’orzo, biscotti e torte della cooperativa “Il Biroccio”; la “Visita allo stabilimento Valmetauro” (dalle 17.30 alle 19 di domenica, solo su prenotazione); la mostra fotografica multisensoriale a cura di “80 ASA Club Fotografico” visitabile dalle 15.30 alle 22 di entrambe le giornate; il “Baby Cheese Park” con tanti laboratori per bambini che potranno “Giocare con il latte” (dalle 18 alle 22).


Appuntamento “parallelo” a Serrungarina, per la “Festa della Pera Angelica”, dalle 19 fino a tarda sera, durante cui gustare le prelibatezze enogastronomiche a base del goloso frutto, partecipare a concerti di musica del vivo nel palco centrale, al mercato della Pera Angelica con espositori di prodotti tipici locali, artisti ed artigiani; alle mostre e ai laboratori nelle ex-scuole elementari.


La manifestazione, a ingresso gratuito, è promossa dal Comune di Colli al Metauro, Consiglio Regionale delle Marche, Unpli Pro Loco d’Italia; Pro Loco di Montemaggiore al Metauro, Pro Loco di Serrungarina; Consorzio di Tutela Casciotta d’Urbino; Produttori Pera Angelica.